<[if gte IE]>
  • JoomlaWorks AJAX Header Rotator
  • JoomlaWorks AJAX Header Rotator
  • JoomlaWorks AJAX Header Rotator
  • JoomlaWorks AJAX Header Rotator
  • JoomlaWorks AJAX Header Rotator
  • JoomlaWorks AJAX Header Rotator
  • JoomlaWorks AJAX Header Rotator

  Clicca sulla news per l'approfondimento

Le ultime notizie del giorno

 

Abitavano in case pericolanti E-mail
News del Giorno

foto_1.jpg

Hanno percepito centinaia di migliaia di euro per eseguire delle opere di consolidamento, in favore delle oramai note palazzine pericolanti presenti nel borgo antico della nostra città. Ed invece, una volta percepito il denaro, avrebbero attestato il falso, affermando di aver realizzato opere edili in realtà mai avvenute. Alla faccia della tanto sbandierata riqualificazione del centro storico di Taranto, verrebbe da aggiungere.
A finire nel mirino dei militari del Nucleo di Polizia Tributaria di Taranto, diretti dai tenenti Giuseppe Micelli e Dario Marano, sono state 9 persone tra imprenditori e funzionari pubblici, che dovranno adesso rispondere delle accuse di ‘falso ideologico’, ‘truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche’ e ‘omissione di lavori in edifici a pericolo di crollo’.
 
Il ‘rispetto’ di Stefàno E-mail
News del Giorno

foto_3.jpg Era del tutto normale. Semmai, il contrario sarebbe apparso curioso. Per quel che ci riguarda, abbiamo sorvolato perché non ci piace ‘zerbinare’ laddove non siamo ben accetti, e non siamo disponibili a offrire comunque occasioni di passerelle. Ma era ovvio che la polemica montasse. Parliamo del blitz di Vendola, assieme ad alcuni parlamentari (i soli Pelillo e Chiarelli), qualche consigliere regionale, giunta comunale, di lunedì scorso a Palazzo di città per un incontro, a quanto pare, convocato dal sindaco Stefàno per fare il punto della situazione sulla grave crisi dell’Ilva.

 
L’alternativa all’acciaio e al petrolio E-mail
News del Giorno

foto_2.jpg

L’incontro con il nuovo presidente di Confagricoltura di Taranto, Luca Lazzàro, ci aiuta a verificare la situazione dell’agricoltura nella provincia ionica, un importante settore economico che spesso, a torto, viene considerato come la “cenerentola” delle attività produttive della provincia, nonostante le 2500 aziende agricole con 28.000 addetti impegnati in 3.300.000 giornate lavorative. Sono le sintetiche cifre che indicano il ruolo dell’agricoltura a Taranto dove la monocultura siderurgica e petrolifera, il cui totale degli addetti non supera i lavoratori agricoli, ha fatto tralasciare e dimenticare le potenzialità della nostra agricoltura, come ha mostrato domenica scorsa “Linea Verde” (su RAI 1) con due servizi su Ginosa e Palagiano.
 


Advertisement


Advertisement


Advertisement


Advertisement

Area Abbonati

Inserisci i dati di accesso per leggere il nuovo numero del TarantoOggi:





Password dimenticata?

Sfoglia il giornale

Il nuovo numero del TarantoOggi è consultabile per tutti gli utenti solo dalle ore 16:00
copertina-tarantoggi.jpg

Cerca


   asca728x90.gif